Rubrica | LE SEGNALAZIONI DI MEG: Cosa Leggiamo Nel Weekend?

Ma buon Venerdi miei comodini!
Come procede la vostra settimana e quanti libri avete letto?
Pochi, son sempre pochi i libri da leggere. Ed allora perchè non sbirciare nei miei consigli per il weekend di oggi?
Come sempre quattro bei romanzi da conoscere e magari scegliere per rilassarsi un pò, staccare la spina e viaggiare con la fantasia.
Buona lettura!

 

png-page-divider-file-page-divider-3-png-500

51kh6ZjRajL

Quando parla il cuore

Carlotta è una trentenne milanese, una ragazza tutta casa e lavoro senza grilli per la testa, single, con alle spalle una storia d’amore finita male che le ha fatto perdere la fiducia negli uomini.
Abita in un appartamentino e lavora in un’agenzia viaggi nella città meneghina, dove organizza viaggi di nozze e vacanze per single.
Matteo, suo coetaneo, è responsabile del Marketing in una multinazionale, la Informatic System. Vive con la mamma rimasta vedova e conduce una vita tranquilla.
Una mattina come tante, i due si scontrano all’uscita del bar dove Carlotta ogni tanto si ferma a fare colazione. Nell’urto la borsa di lei si rovescia, a Matteo cadono le chiavi di casa, l’agenda e il tablet che teneva sotto braccio.
Nel raccogliere in fretta le sue cose, Carlotta prende per sbaglio anche la Moleskine di Matteo credendo sia la sua.
Una volta accortasi dell’errore, Carlotta cercherà di rintracciare Matteo.
Tra malintesi e gaffe, la sua vita tranquilla verrà stravolta d’un tratto, in un percorso che le farà ritrovare la fiducia nell’amore.

  • Formato: Formato Kindle
  • Dimensioni file: 1731 KB
  • Editore: More Stories (5 febbraio 2020)
  • Prezzo: 2,99

ACQUISTA

 

png-page-divider-file-page-divider-3-png-500

51qjvLM+hILChe fine ha fatto Caterina?
(Le indagini di Nina e il commissario #1)

Una telefonata squarcia il silenzio di un venerdì notte. A svegliare Antonia Romano non è Jean Claude, il suo capriccioso capo, ma Maria, sua sorella, che da Napoli le comunica che nonna Caterina è sparita nel nulla. Antonia, per tutti Nina, è costretta così ad abbandonare la sua vita a Parigi, all’apparenza perfetta, e a tornare al Borgo Marinari. Per scoprire che il commissario responsabile delle indagini è Andrea Nugnes, il suo grande amore di sempre.
Tra truffe ai danni di signore anziane e legami con organizzazioni criminali d’oltreoceano, Nina si troverà coinvolta in una ricerca che rimetterà in discussione la sua vita, forse non così perfetta come credeva…

  • Formato: Formato Kindle
  • Dimensioni file: 2352 KB
  • Editore: Emma Books (11 febbraio 2020)
  • Prezzo: 3,99

ACQUISTA

 

png-page-divider-file-page-divider-3-png-500

51QMUa5baPL

Pensieri imperfetti

Le giornate di Samanta si dividono tra il lavoro e la piccola Tess, nata dalla turbolenta relazione con Victor, eclettico pittore di fama internazionale.
Accanto a lei c’è Robert, il ragazzo della porta accanto, l’amico e compagno ideale, ma qualcosa impedisce a Samanta di innamorarsene.
L’inatteso e sconvolgente rientro in gioco di Victor, la morte prematura della sorella Alesia e l’inaspettata amicizia di Jack, mettono in discussione molte delle certezze che si è costruita, costringendola a guardarsi allo specchio per affrontare un passato che credeva sepolto.

  • Formato: Formato Kindle
  • Dimensioni file: 3470 KB
  • Editore: More Stories (10 febbraio 2020)
  • Prezzo: 2,99

ACQUISTA

 

png-page-divider-file-page-divider-3-png-500

51YueVNSZxL._SY346_

Imprevisti d’amore

Mary e Tina, sorelle siciliane, vivono insieme in Toscana.
Mary, giovane assistente universitaria, è stata sedotta e abbandonata dal suo professore, l’affascinante René Dupois, per il quale aveva lasciato il suo fidanzato storico alla vigilia delle nozze.
Tina, invece, l’amore vero lo ha trovato in Gianna.
Per aiutare la sorella a riprendersi dalla forte delusione, Tina organizzerà una gita.
La meta sarà proprio la Sicilia e quel paese d’origine che ha criticato aspramente le scelte di vita delle sorelle.
Entrambe si troveranno a doversi confrontare con i genitori, con le dicerie del paese e con il passato che qualche volta ritorna prepotente, insinuando dubbi e insicurezze.
Una commedia brillante e leggera che cerca di rispondere alla domanda: “ma poi, l’amore che cos’è?”

  • Formato: Formato Kindle
  • Dimensioni file: 2593 KB
  • Editore: More Stories (28 gennaio 2020)
  • Prezzo: 2,99

ACQUISTA

 

 

VISITA LA MIA PAGINA FACEBOOK
VISITA IL MIO PROFILO INSTAGRAM
VISITA IL MIO PROFILO GOODREADS

 

RECENSIONE: “Xavier: silence the beast” | di Elvereth Ahn

Nuovo giorno, nuova recensione per voi miei comodini!
Oggi preparatevi perchè la storia della quale vi parlerò vi si imprimerà nella pelle e nel cuore; sono felice di averla potuta leggere in anteprima, benchè la recensione arrivi solo adesso. Ma vi assicuro che l’amerete,  non solo lei ma soprattutto l’autrice, che con una forza disarmante vi parla di argomenti forti e a volte fastidiosi, che vanno narrati, vanno raccontati.
Ecco a voi Xavier della mia adorata Elvereth Ahn.

TRAMA
51ttg9ot7xlSono una bestia.
Il cattivo.
Ma anche i cattivi hanno una storia.
La mia è fatta di sangue e violenza.
Qualcuno ha spento l’umanità che albergava in me.
Ma anche i cattivi hanno una debolezza.
La mia ha i capelli ricci ed è una guerriera.
Una donna che mi fa provare sensazioni sconosciute e desiderare l’indesiderabile.
Ma avere debolezze uccide.
E io non posso permettermelo.

Sono una sopravvissuta.
Una guerriera.
Le donne possono essere le eroine di se stesse.
Io sono la mia eroina.
Nessuno potrà più considerarmi inferiore a un uomo.
Lo giuro sulle mie cicatrici che ancora pulsano di dolore.
Ma c’è un uomo a cui non riesco a resistere.
E seppur folle, insano e oscuro, non combatto contro quello che provo.

Finché lui non cede.
Ed entrambi precipitiamo nello stesso incubo.

RECENSIONE
Sebbene Xavier sia uno dei personaggi principali del suo archetipo, ossia TOCKA, l’autrice ha voluto narrarci una storia postuma agli eventi accaduti nel volume precedente, riuscendo a trasmettere una nuova ed intensa vicenda fra Xavier, appunto, e la sua Amanda, leggibile tranquillamente anche se non si è letto Tocka.
Entrambi i protagonisti, dei quali avevamo percepito solo sottili velature nel precedente libro, qui ci vengono mostrati nella loro interezza e nella loro tangibile fragilità.
Xavier è un cecchino provetto, una macchina da guerra, pronto a distruggere qualsiasi nemico gli si palesi dinanzi. Insieme al suo inseparabile collega (ed amico) Kol sgominano e smembrano bande criminali lasciando alle loro spalle una necessaria scia di sangue. Xavier si mostra gelido dinanzi alla morte: egli la venera, la brama, come antidoto ad una società corrotta e malvagia; ma il suo cuore, all’apparenza privo di ogni luce, è stato corroto, plagiato, schiacciato da un passato terribile e che ha segnato per sempre il suo animo di “bestia”.
Ma se in un terreno arido e difficile si riesce ad instillare un seme, un fiore che spazzi via con la sua forza l’infertilità che lo domina? E’ Amanda, l’allieva di Xavier, la donna che lo ha accompagnato per anni ed assistito quando lavorava per Viktor (protagonista di Tockca) e che nel suo animo serba un altrettanto passato fragile e devastante. Ma se Xavier sembra prigioniero del suo passato, dei suoi incubi, Amanda si rialza, e da guerriera qual’è dona forza a se stessa ed a Xavier stesso.
I loro animi si sfiorano, si studiano, si bramano: un’attrazione fisica che va ben oltre alla semplice voglia di possedere, ma di amare ed essere riamato. 
E quando l’oscuro passato di Xavier si presenta per ottenere il conto, tutto sembra precipitare e la vita di Amanda si riduce appesa ad un filo letale, pericoloso, e lì, in quel misero istante che resta per poterla salvare, Xavier lotterà una battaglia iniziata in una oscura e tetra foresta contro una bestia infida: se stesso.

Elvereth con Tocka ha tocca il mio cuore: ogni volta che lo rileggo (perchè si, nonostante ti massacri lo rileggo spesso e volentieri) apre ferite e pensieri profondi nel mio cuore; con Xavier ci riesce nuovamente, affrontando tematiche differenti, ma ti squarcia in due il petto. Perchè Xavier ti entra dentro, e ti mostra la sua lotta interiore; perchè Amanda ti mostra il suo dolore, le sue cicatrici e la sua forza straordinaria nel tenere duro, nel voler vivere.

Non oso immaginare cosa potrà narrarci Kol, terzo protagonista della vicenda, che so già in procinto di narraci la sua storia. Ma sicuramente ci resterà per sempre nel cuore.
Grazie Elvereth, per questo bellissimo lavoro di dare voce a storie scomode, argomenti non facili, ma che in realtà camminano con noi nell’ombra e vanno estirpati.

Segnalo, perchè è giusto farlo, che il romanzo contiene scene di violenza che potrebbero urtare la sensibilità. Si consiglia una lettura coscienziosa.

Vi lascio il link per l’acquisto.
Un abbraccio,
Meg.

ACQUISTA IL ROMANZO

 

APPROFONDISCI
RUBRICA | Le Interviste Di Meg: conosciamo Elvereth Ahn
RECENSIONE: “Tocka” | di Elvereth Ahn
RECENSIONE: Consume Me | di Elvereth Ahn

 

VISITA LA MIA PAGINA FACEBOOK
VISITA IL MIO PROFILO INSTAGRAM
VISITA IL MIO PROFILO GOODREADSVISITA LA MIA PAGINA FACEBOOK
VISITA IL MIO PROFILO INSTAGRAM
VISITA IL MIO PROFILO GOODREADS

RECENSIONE: “Il Crociato” | di Miriam Formenti

Buon pomeriggio comodini, 
e benvenuti ad una nuovo appuntamento con le mie recensioni!
Oggi vi parlo non di un romanzo ma di un racconto, scritto dalla signora del rosa Miriam Formenti.
Ora, sapete quanto io ami i suoi romanzi, l’ho detto non so quante volte… ma vogliamo parlare di questo piccolo gioiello?
Ma certo che si!
Allora eccovi sinossi e recensione.

TRAMA

51ZrcNwt2jL._SY346_

Lui, Lanfranco di Monfalco, ha combattuto a Zara e a Costantinopoli e per il suo coraggio è stato insignito del titolo di cavaliere. Ora possiede quello per cui ha combattuto: onore e ricchezza ma, forse, non è ancora tutto.
Lei, Rosa Castrucci, figlia di un chierico, aveva fretta di crescere, di diventare bella e conquistare, un giorno, l’amore. Speranze calpestate dai predoni che, lungo la via per la Terrasanta, hanno ucciso i suoi cari e fatto lei schiava. Sogni svaniti il giorno in cui ha smesso di desiderare quello che, ormai, potrebbe soltanto farle male. Ma le speranze possono davvero morire?
Due anime diverse che si incontreranno, si ameranno e daranno inizio a una dinastia.

RECENSIONE
Breve, brevissimo. 
Ma tocca il cuore. 
La vicenda narrata dall’autrice ci riporta a dei momenti dell’epoca medievale cruenti e tormentati: le crociate. Le riflessioni del protagonista maschile, Lanfranco, ci immergono totalmente nel dissidio interiore che i crociati e tutti coloro che combattevano per proteggere la terra di Cristo dagli “infedeli” vivevano, rivelandoci i veri scopi che li avevano spinti a partire per quella terra tanto lontana da casa. A nessuno importava davvero del Santo Sepolcro e di altri luoghi sacri, neppure ai principi che guidavano i crociati alla guerra. Tutti erano partiti con uno scopo personale, e Lanfranco abbandona tutto, per cercar fortuna, per tornare in casa ricolmo di denaro e pronto a fronteggiare ogni difficoltà.
Quando però i suoi occhi si incrociano con quelli disperati di Rosa, una schiava che salverà dalla morte, comprenderà che non è tutto oro ciò che luccica.
Nella sua devozione a Lanfranco, Rosa donerà tutta se stessa al suo amato padrone, accudendone la figlia e restandogli sempre accanto. 
E’ un amore che nasce in silenzio, fra le mura calde e misteriose della Terra Santa, sino al rientro tanto agognato in patria italiaca. Entrambi i personaggi crescono insieme, maturano un rapporto che nasce col rispetto, con la cura e con l’attenzione che si dovrebbe donare ad ogni essere umano. Poi, la scintilla della passione esplode, travolgendo sia loro che noi lettori, e quasi restiamo delusi che sia finito.

Un’altra spledida storia, che ricordo fa parte dell’apprezzata antologia: “Il falco e la rosa”, pubblicata nel 2012 nella collana Classic di ‘I Romanzi Mondadori’, che Miriam Formenti ci ha donato, e che consiglio di non lasciarsi sfuggire a nessuno.

Grazie per avermi letta, vi lascio tutto ciò che serve per l’acquisto e se vi va di leggere le mie ulteriori recensioni sui romanzi dell’autrice.

Un abbraccio,
Meg.

 

ACQUISTA IL RACCONTO

 

APPROFONDISCI
RECENSIONE: Capelli Di Luna | di Miriam Formenti
RECENSIONE: Isabella Per Sempre | di Miriam Formenti
RECENSIONE: La Principessa Del Bosco | di Miriam Formenti