COVER REVEAL: “Matrimonio Imposto” | di Daniela Serpotta – COLLABORAZIONE CON DRI EDITORE

Buon Martedi!
Oggi piccolo cambio di programma: difatti, benchè in calendario fossero previste recensioni, sia oggi che Venerdi avremo dei bellissimi COVER REVEAL di due romanzi che vi consiglio assolutamente di mettere in lista per le prossime letture.
Iniziamo con la mia collaborazione con Dri Editore e il loro nuovo Historical Romance firmato, nuovamente, dalla penna di Daniela Serpotta.

Buona lettura!
Un abbraccio,
Meg.

photo5931713529767899790

 

Titolo: Matrimonio Imposto

Autore: Daniela Serpotta

Editore: Dri Editore

Genere: Storico

Collana: Historical Romance

Pagine: 292

Formati disponibili: ebook 2.99/ cartaceo 15,99 € circa

Sinossi
«Non otterrete niente con la forza.»
Enrico sfoderò un sorriso diabolico.
«Conosco metodi migliori della forza per far parlare una donna, e sicuramente più piacevoli.»

Milano, 1858.
Il gioco ha inizio solo quando cala la maschera.

Il marchese Enrico Prever è noto come il più sfaccendato dei libertini piemontesi, una copertura costruita ad arte per celare il suo ruolo di spia al servizio di re Vittorio Emanuele II. Giunto a Milano per scoprire il traditore che sta mettendo a rischio il progetto di unificare l’Italia, si scontra con l’intrigante Cati. Non sa che la donna travestita da zingara ha il suo stesso obiettivo. E quando le ruba un bacio nei giardini, durante un ballo in maschera, non sa neppure che si tratta della sua promessa sposa, la contessina Caterina Belgioioso. Il Falco crede di poter controllare l’impulsiva fidanzata, ma lei non ha alcuna intenzione di rimanere in disparte. Solo quando attentano alla sua vita, Caterina capisce di essersi spinta troppo oltre. Ed Enrico realizza di essere pronto a tutto pur di proteggerla, compreso sedurla…

L’autrice
Daniela Serpotta, nata a Milano nel 1974.
Lavora come impiegata a Sesto Fiorentino dove vive con il marito e i figli.
Le sue più grandi passioni sono i libri, la storia e il cinema.
Con il suo romanzo d’esordio, Io voglio solo te, è entrata nel catalogo di Dri Editore.

 

APPROFONDISCI
RUBRICA | LE INTERVISTE DI MEG: conosciamo Daniela Serpotta

VISITA LA MIA PAGINA FACEBOOK
VISITA IL MIO PROFILO INSTAGRAM
VISITA IL MIO PROFILO GOODREADS

 

Rubrica | LE INTERVISTE DI MEG: conosciamo Valeria Corciolani

Buon Lunedi miei comodini!
Nuova settimana… nuova intervista! Sono semplicemente elettrizzata di avere oggi come ospite un’autrice simpaticissima e davvero geniale; adoro il suo modo di scrivere, perchè ti cattura ed insieme alla maggior parte dei suoi personaggi vivi le storie in modo unico e avventuroso.
Do il benvenuto a Valeria Corciolani!

Le interviste di meg

Cara Valeria, che piacere averti come ospite qui! 
Grazie Meg, è un piacere anche per me!

Iniziamo subito con le domande e, in particolare, con quella di rito:
Quando hai iniziato a scrivere?
Mah, direi che la passione per la lettura si è tirata dietro quella per la scrittura. L’amore per il “libro” è nato prima ancora di saper leggere: ero una rompiscatole pazzesca, non mangiavo nulla e mi imboccavano a tradimento leggendomi le favole e le filastrocche de “I Quindici”, qualcuno se li ricorda? Vabbè, per dire che la scrittura è venuta fuori di soppiatto, quasi senza che me ne accorgessi: sfornavo “pensierini” belli e pronti in cambio delle soluzioni dei problemi di matematica alle elementari, “passavo” i temi ai miei compagni alle medie e alle superiori l’unica verifica che non mi dava l’ansia era quella di italiano, poi è scoppiata fuori in tutta la sua potenza nel romanzo che è uscito per Mondadori nel 2010, e ora non potrei più farne a meno.

Come esplode la tua creatività?
Osservando e ascoltando, sempre: basta raccogliere un’immagine, un brandello di conversazione, una notizia alla radio, la frase di una canzone… e bam, eccola nidificare nel cervello pronta a crescere e diventare una storia.

Cosa hai provato la prima volta che hai avuto un tuo romanzo fra le mani?
Mamma mia, me lo ricordo come fosse ora… e la stessa traboccante emozione si ripete ogni volta, senza perdere lo smalto. Inossidabile, più di Mina.

Cosa ne pensi dell’attuale status dell’editoria?
E soprattutto dell’editoria legata al tuo genere?
L’editoria si sta evolvendo, come ogni cosa: è accaduto nella musica dove pareva un dramma passare dal vinile al cd e ora la si ascolta sui supporti più disparati; è accaduto nel mondo del cinema, della comunicazione, degli strumenti medici… eppure per certi versi il mondo del libro sembra non voler abbandonare i vecchi schemi. Da una parte lo ammanta di un certo fascino, per altri risulta un po’ destabilizzante. Per esempio persiste questa dannata diatriba tra digitale\cartaceo che secondo me non ha molto senso: ciò che conta è LEGGERE, il come e dove non importa. Uno non potrà mai soppiantare l’altro perché sono due facce di quella meravigliosa realtà che si chiama LIBRO.

Gli ebook sono pratici, leggeri, si può ingrandire, sottolineare, evidenziare e fare le “orecchie” all’angolo della pagina senza patire (ebbene sì, non sopporto i libri rovinati e ciancicati, mi procura proprio un dolore fisico), sull’ebook lo faccio senza remore e le posso richiamare in modo pratico e veloce.

Con questo il cartaceo lo compro ancora e lo amo, perché mi piace andare in libreria, perché certi libri sono proprio belli da vedere, da mostrare e da toccare e perché l’unica pecca dell’ebook è che non te lo puoi fare autografare, mannaggia…

Per quanto riguarda l’editoria del mio genere di pubblicazione: il mio è un “genere” del genere, nel senso che si tratta di un genere incasellato nei “Gialli\thriller” ma con tratti ironici e divertenti tipici della commedia, quindi ogni tanto si ride senza incappare in morti troppo cruente o smembramenti di arti. E sì, come è facilmente intuibile questa dei “generi” non è un’etichettatura programmata a raccogliere le sfumature, tanto più che per iniziale del cognome capito sempre accanto a nomi “thrillerossissimi” tipo Carrisi Connely Cornwell… ecco, appunto.

Ma a quanto pare i lettori sono sempre due curve avanti, e la cosa funziona comunque.

I pro ed i contro delle tue esperienze editoriali
Con Mondadori ho imparato moltissimo sulle dinamiche editoriali, mentre con Emma Book è stato come entrare in una effervescente famiglia piena di entusiasmo e collaborazione, grazie a loro ho anche scoperto il mondo ricco e sfaccettato dei blog capaci di far funzionare il meraviglioso “passaparola” dei libri, e che con Mondadori mi era mancato. Amazon invece riassume in sé la familiarità di una piccola casa editrice con la potenza ineguagliabile del colosso, come Davide e Golia fusi insieme, sono arrivata ovunque! Però mi è mancato il rapporto con le librerie e questo è stato il tasto più dolente: nel resto del modo i romanzi editi Amazon li trovi tranquillamente a scaffale in libreria, ma i librai italiani non lo amano e si rifiutano di tenerli. Un po’ li capisco, anche se mi dispiace.

Che consigli daresti ad un/una aspirante scrittore/scrittrice?
Prima di tutto LEGGERE. Tanto. Tantissimo. Ti insegna l’autocritica, a tagliare il superfluo, a farti un bagaglio di termini nuovi, sinonimi, strategie e idee. E poi di seguire il proprio entusiasmo, di non arrendersi ai primi rifiuti, ma soprattutto di non peccare mai di presunzione: ascoltare i consigli per come migliorare la propria scrittura e la capacità di raccontare è utile in ogni momento, anche quando la gente vi ferma per strada chiamandovi “scrittori”.

A proposito del tuo ultimo romanzo, come hai avuto l’ispirazione per scriverlo?
Come vi dicevo prima: basta una scheggia di niente che per qualche motivo fa tana tra le volute cerebrali e resta lì, a fermentare. E questa volta è stato uguale: mi sono trovata a sfogliare una rivista alla ricerca di tutt’altro invece zac, mi cade l’occhio sull’articolo dossier sulla cannabis terapeutica e i suoi stigmi culturali. Dopo neppure dieci righe la scheggia aveva già messo le tende nella mia materia grigia, pronta a lievitare per srotolarsi tra le pagine del nuovo romanzo.

Puoi rivelarci i tuoi progetti futuri?
Be’, intanto ho appena consegnato il nuovo romanzo della serie La colf e l’ispettore che uscirà a luglio, e ce n’è in cantiere un altro, sempre della stessa serie, che uscirà all’inizio del 2021. Dopo di che ho deciso di prendermi una pausa da Alma e Jules per dedicarmi ad altre storie e nuovi personaggi che ho accantonato da un po’ e ora cominciano a traboccarmi fuori con una certa impazienza.
Insomma, ci sono tante novità che ribollono, sì!

 

Che bello cara, sono davvero felice per queste novità in arrivo! Non vedo l’ora di leggere tuoi nuovi romanzi. Ringrazio tutti per averci lette e ci leggiamo prossimamente!

Un abbraccio,
Meg.

APPROFONDISCI:
RECENSIONE: Mephisto | di Valeria Corciolani

 

VISITA LA MIA PAGINA FACEBOOK
VISITA IL MIO PROFILO INSTAGRAM
VISITA IL MIO PROFILO GOODREADS

Rubrica | LE SEGNALAZIONI DI MEG: Cosa Leggiamo Nel Weekend?

Ma buon Venerdi miei comodini!
Come procede la vostra settimana e quanti libri avete letto?
Pochi, son sempre pochi i libri da leggere. Ed allora perchè non sbirciare nei miei consigli per il weekend di oggi?
Come sempre quattro bei romanzi da conoscere e magari scegliere per rilassarsi un pò, staccare la spina e viaggiare con la fantasia.
Buona lettura!

 

png-page-divider-file-page-divider-3-png-500

51kh6ZjRajL

Quando parla il cuore

Carlotta è una trentenne milanese, una ragazza tutta casa e lavoro senza grilli per la testa, single, con alle spalle una storia d’amore finita male che le ha fatto perdere la fiducia negli uomini.
Abita in un appartamentino e lavora in un’agenzia viaggi nella città meneghina, dove organizza viaggi di nozze e vacanze per single.
Matteo, suo coetaneo, è responsabile del Marketing in una multinazionale, la Informatic System. Vive con la mamma rimasta vedova e conduce una vita tranquilla.
Una mattina come tante, i due si scontrano all’uscita del bar dove Carlotta ogni tanto si ferma a fare colazione. Nell’urto la borsa di lei si rovescia, a Matteo cadono le chiavi di casa, l’agenda e il tablet che teneva sotto braccio.
Nel raccogliere in fretta le sue cose, Carlotta prende per sbaglio anche la Moleskine di Matteo credendo sia la sua.
Una volta accortasi dell’errore, Carlotta cercherà di rintracciare Matteo.
Tra malintesi e gaffe, la sua vita tranquilla verrà stravolta d’un tratto, in un percorso che le farà ritrovare la fiducia nell’amore.

  • Formato: Formato Kindle
  • Dimensioni file: 1731 KB
  • Editore: More Stories (5 febbraio 2020)
  • Prezzo: 2,99

ACQUISTA

 

png-page-divider-file-page-divider-3-png-500

51qjvLM+hILChe fine ha fatto Caterina?
(Le indagini di Nina e il commissario #1)

Una telefonata squarcia il silenzio di un venerdì notte. A svegliare Antonia Romano non è Jean Claude, il suo capriccioso capo, ma Maria, sua sorella, che da Napoli le comunica che nonna Caterina è sparita nel nulla. Antonia, per tutti Nina, è costretta così ad abbandonare la sua vita a Parigi, all’apparenza perfetta, e a tornare al Borgo Marinari. Per scoprire che il commissario responsabile delle indagini è Andrea Nugnes, il suo grande amore di sempre.
Tra truffe ai danni di signore anziane e legami con organizzazioni criminali d’oltreoceano, Nina si troverà coinvolta in una ricerca che rimetterà in discussione la sua vita, forse non così perfetta come credeva…

  • Formato: Formato Kindle
  • Dimensioni file: 2352 KB
  • Editore: Emma Books (11 febbraio 2020)
  • Prezzo: 3,99

ACQUISTA

 

png-page-divider-file-page-divider-3-png-500

51QMUa5baPL

Pensieri imperfetti

Le giornate di Samanta si dividono tra il lavoro e la piccola Tess, nata dalla turbolenta relazione con Victor, eclettico pittore di fama internazionale.
Accanto a lei c’è Robert, il ragazzo della porta accanto, l’amico e compagno ideale, ma qualcosa impedisce a Samanta di innamorarsene.
L’inatteso e sconvolgente rientro in gioco di Victor, la morte prematura della sorella Alesia e l’inaspettata amicizia di Jack, mettono in discussione molte delle certezze che si è costruita, costringendola a guardarsi allo specchio per affrontare un passato che credeva sepolto.

  • Formato: Formato Kindle
  • Dimensioni file: 3470 KB
  • Editore: More Stories (10 febbraio 2020)
  • Prezzo: 2,99

ACQUISTA

 

png-page-divider-file-page-divider-3-png-500

51YueVNSZxL._SY346_

Imprevisti d’amore

Mary e Tina, sorelle siciliane, vivono insieme in Toscana.
Mary, giovane assistente universitaria, è stata sedotta e abbandonata dal suo professore, l’affascinante René Dupois, per il quale aveva lasciato il suo fidanzato storico alla vigilia delle nozze.
Tina, invece, l’amore vero lo ha trovato in Gianna.
Per aiutare la sorella a riprendersi dalla forte delusione, Tina organizzerà una gita.
La meta sarà proprio la Sicilia e quel paese d’origine che ha criticato aspramente le scelte di vita delle sorelle.
Entrambe si troveranno a doversi confrontare con i genitori, con le dicerie del paese e con il passato che qualche volta ritorna prepotente, insinuando dubbi e insicurezze.
Una commedia brillante e leggera che cerca di rispondere alla domanda: “ma poi, l’amore che cos’è?”

  • Formato: Formato Kindle
  • Dimensioni file: 2593 KB
  • Editore: More Stories (28 gennaio 2020)
  • Prezzo: 2,99

ACQUISTA

 

 

VISITA LA MIA PAGINA FACEBOOK
VISITA IL MIO PROFILO INSTAGRAM
VISITA IL MIO PROFILO GOODREADS